Informativa

Venerdì, 18 Aprile 2014 09:24

Effetti cannabimimetica nel trattamento manipolativo osteopatico. In evidenza

Scritto da 

Cannabinoidi endogeni

Cannabinoidi endogeni attivano i recettori dei cannabinoidi nel cervello e suscitano effetti che alterano l'umore. Effetti paralleli (ad esempio, ansiolisi, analgesia, sedazione) possono essere provocati da un trattamento manipolativo osteopatico (OMT), alcune ricerche hanno dimostrato che il sistema delle endorfine non è responsabile degli effetti che alterano l'umore attraverso l’OMT. Gli autori invece ricercano se l’OMT possa generare effetti cannabimimetica, su 31 soggetti sani in uno studio a doppio-cieco , controllato e randomizzato misurando i cambiamenti nei punteggi dei soggetti su Scala Drug Reaction (DRS). Gascromatografia ionizzazione chimica e spettrometria di massa sono stati utilizzati per determinare i cambiamenti nei livelli sierici di anandamide (AEA), 2 - arachidonoilglicerolo (2-AG) , e oleylethanolamide (OEA). Nei soggetti trattati con l’OMT, i risultati DRS post-trattamento sono aumentati in modo significativo per i marcatori cannabimimetica buono, calmo, affamato, testa leggera, e lapidato, mentre un punteggio significativo è diminuito per i marcatori, inibito, sobri e scomodo. Livelli di AEA post-trattamento medio ( 8.01 pmol / mL) è aumentato del 168% rispetto ai livelli pre-trattamento (2.99 pmol / mL) , i livelli medi OEA sono diminuiti del 27%, e non sono intervenute variazioni nei livelli di (2–AG), nel gruppo che ha ricevuto l’OMT. I soggetti del gruppo che hanno ricevuto un trattamento manipolativo non osteopatico si sono registrate risposte DRS miste, sia con aumenti che diminuzioni dei risultati per i marcatori cannabimimetica e non cannabimimetic ma principalmente senza cambiamenti nei livelli SERA. Quando i cambiamenti nel siero AEA sono stati correlati con i cambiamenti nei risultati DRS dei soggetti trattati con l’OMT, c’è stata una maggiore correlazione AEA e un aumento dei marcatori freddi e razionali, e sono diminuite le sensazioni per i marcatori cattivi, paranoici e caldi. Gli autori propongono che la modalità di guarigione comunemente associata a cambiamenti nel sistema endorfinico , attraverso l’OMT , possono in realtà essere mediati dal sistema endocannabinoide.

    1. John M. McPartland, DO
    2. Andrea Giuffrida, PhD
    3. Jeremy King, MSc;
    4. Evelyn Skinner, DO
    5. John Scotter, MSc
    6. Richard E. Musty, P

    Author Affiliations

        From Unitec Institute of Technology in Auckland, New Zealand (McPartland, King), the University of Texas at San Antonio's Department of Pharmacology (Giuffrida); Twig Osteopathic Centre in Wellington, New Zealand (Skinner), the University of Auckland's Department of Physiology (Scotter), and the University of Vermont's Department of Psychology in Burlington (Musty).

        1. Address correspondence to John M. McPartland, DO, 53 Washington Street Ext, Middlebury, VT 05753-1288. E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
        Letto 2614 volte
        Devi effettuare il login per inviare commenti