Informativa

Dolore al collo e alla scapola? Fai un autotest

Mettersi in piedi di fronte a uno specchio con le braccia rilassate lungo i fianchi: osservate l'area compresa fra la base del collo e le spalle, mentre si fanno delicatamente oscillare le braccia all'indietro, come durante la deambulazione.

Si rileva una evidente contrazione o sporgenza tra la base del collo e la spalla?

Bene si tratta del muscolo trapezio superiore e dell'elevatore della scapola quest'ultimo ha origine dai processi trasversi delle prime 4 vertebre cervicali e si inserisce sull'angolo mediale della scapola, se contratto l'elevatore della scapola traziona alcune vertebre cervicali alte, le quali a loro volta mettono in contrazione anche il muscolo sternocleidomastoideo che lo ricopre nella sua parte superiore, mentre nella parte inferiore l'elevatore della scapola viene coperto proprio dal trapezio, se notiamo questa sporgenza quando si fanno oscillare le braccia all'indietro, significa che il muscolo stà lavorando quando  non dovrebbe, ed è quasi certamente contratto; i muscoli al di sotto della scapola, trapezio mediano e inferiore e muscolo dentato anteriore, saranno invece allungati e più difficili da contrarre.

Per cui se notate tale sporgenza e persiste il dolore al collo, rivolgetevi al vostro osteopata di fiducia che saprà velocemente risolvere il problema in corso.

Letto 2500 volte