Informativa

Giovedì, 04 Settembre 2014 10:30

Tensioni posturali

Scritto da 

Posture

In questo articolo vengono considerate le tensioni posturali dovute a sedili non corretti, a postura inadeguata, ad abuso dei muscoli e all'immobilità.

Sedili non Adatti.

Il sedersi a lungo su di una sedia non studiata per il confort, o su di una sedia ben progettata usata per lo scopo sbagliato, stanca rapidamente e sovraccarica i muscoli. Bisognerebbe sedere in modo tale che, quando i muscoli si rilassano ed il corpo tende ad infossarsi, la postura corrente viene mantenuta dalla sedia e non dallo sforzo prolungato dei muscoli.  E’ la sedia che dovrebbe fare il lavoro.

Travell ha elencato 9 errori, comuni dalla maggioranza delle sedie domestiche:

  1. Non vi è supporto per la parte inferiore del dorso.
  2. I braccioli sono troppo bassi o troppo alti.
  3. Lo schienale, nella sua parte superiore, è troppo incavato.
  4. Lo schienale è quasi verticale.
  5. Lo schienale è corto e non sostiene la parte superiore del dorso, c’è un effetto di coltello a serramanico alle anche e alle ginocchia;
  6. Il bordo anteriore del sedile è troppo alto, bloccando il circolo delle gambe.
  7. La parte centrale del sedile è troppo soffice, creando un effetto di catino che piazza il carico sulle parti esterne delle cosce piuttosto che sulle prominenze ossee delle natiche.
  8. Un eccellente sedia può essere della misura sbagliata per voi.
  9. Le proporzioni corporee alla base della progettazione di sedie confortevoli devono essere meticolosamente dettagliate, inoltre il valore di un adeguato supporto lombare e di notevole aiuto nei sedili automobilistici che sono tra i più traumatizzanti in questo senso.

Una Postura Scorretta.

Questa è un'altra frequente causa di tensione muscolare cronica. Comuni esempi di postura scorretta, che contribuiscono ad una frenetica attività muscolare, sono una posizione non fisiologica ad un banco o una superficie di lavoro e/o una flessione della testa dovuta ad occhiali da lettura scarsamente adattati.

Il materiale di lettura e di copia dovrebbe essere posto a livello dell'occhio per evitare una prolungata deviazione in avanti della testa e per alleggerire i muscoli posteriori del collo e dalla parte superiore del dorso dal prolungato sovraccarico necessario per il controllo del capo. La correzione di una postura cifotica, a spalle tonde, in posizione eretta  e seduta da sollievo ai muscoli della parte superiore del dorso ed ai muscoli più caudali del dorso, e attenua l'accorciamento cronico dei muscoli pettorali, dovuto alla postura con le spalle arrotondate. La posizione eretta, con il peso sui tacchi, tende a spostare la testa in avanti come contrappeso, il che provoca la perdita delle normali curve lordotiche cervicali e lombari.

Una disabilità che influenzi continuamente la postura, come una sordità unilaterale o un vecchio trauma che limita l'ampiezza di movimento, sono importanti cause di stress muscolare cronico.

Altre comuni cause di tensione posturale includono la cattiva posizione di materiali con i quali la persona sta lavorando: ad esempio, è opportuno evitare di mettere una copia a lato, senza uno stativo, scrivere nel grembo e usare i muscoli del collo e della spalla per tenere il ricevitore del telefono contro l'orecchio.

Abuso dei Muscoli.

Normalmente abusiamo dei muscoli con una carente meccanica corporea che rende i movimenti inutilmente stressanti, con una sostenuta contrazione isometrica o con l'immobilità dei muscoli, con troppe ripetizioni dello stesso movimento o con dei movimenti  eccessivamente veloci ed a scatto. Un comune esempio di carente meccanica corporeasta nel piegare il busto in avanti,  ruotandolo per sollevare un oggetto da uno scaffale o dal pavimento. Lo stesso effetto viene spesso prodotto quando ci si piega sul lavandino per lavarsi i denti o ci si china in avanti per sedersi o alzarsi da una sedia, invece di usare la tecnica seduto-eretto o la tecnica eretto-seduto.Stando su una sola gamba per infilare una gonna o pantaloni si facilita lo stiramento dei muscoli glutei e della parte inferiore del dorso; si dovrebbe sedere per vestirsi, o almeno appoggiare il peso ad un supporto. Quando si scrive, la pressione sulla carta di una penna a sfera di piccolo calibro, tenuta verticalmente, sovraccarica i muscoli intrinseci della mano; l'uso di una penna con la punta di feltro, tenuta a piatto, ha meno probabilità di perpetuare compensi posturali.

Tra le attività che creano problemi dovuti a contrazione prolungata, le più traumatizzanti sono "arrampicarsi" ad una macchina da scrivere posta troppo in alto, inbiancare il soffitto, appendere le tende, tenere una sega elettrica o un’altro attrezzo pesante in posizione fissa, tenere una corda tesa su una barca, o puramente star fermi in un singolo posto ad esempio stare rigidi nell'attenti militare o avere una forte tensione muscolare per l'impazienza.

Una prolungata posizione di accorciamento sostenuta dei muscoli del polpaccio è causata anche dal portare scarpe con il tacco alto.

Immobilità.

La mancanza di movimento, specialmente quando un muscolo è in posizione accorciata, tende ad aggravare ed a perpetuare i compensi posturali. Questo si verifica comunemente: quando la gente dorme in una posizione che mette in accorciamento gli arti; quando il muscolo non può essere mosso in tutta la piena ampiezza di movimento per una frattura, deformità, o malattia articolare; in individui che si concentrano su una attività, come scrivere o leggere, con tale attenzione che dimenticano di cambiare regolarmente di posizione; quando i pazienti hanno acquisito l'abitudine di limitare
i movimenti per il dolore; o anche perchè gli è stato consigliato di limitare i movimenti di quella parte del corpo.

Un movimento ripetitivoe frequente può sovraccaricare i muscoli. Quando il paziente dice "non posso farlo ... senza che faccia male", può darsi che essi provino spesso a fare tale movimento per vedere se quel dato movimento precedentemente doloroso, può esser fatto senza dolore. Ripetuto dozzine di volte al giorno, questo studio inconscio può servire da attività di stress  e comportare una perdita di compenso muscolare.

La malocclusione dentale, il brussismo, e la tensione emotiva possono interagire per sovraccaricare i muscoli masticatori del collo, producendo gran parte del dolore del capo e della faccia delle sindrome algiche-disfunzionale miofasciale.

Alcuni individui hanno sviluppato negli anni il carattere a scatto dei loro movimenti. Il movimento rapido che inizia e si ferma improvvisamente mette in eccessiva tensione i muscoli.
L'efficenza ottimale viene mantenuta da movimenti coordinati e continui.

Costrizione dei Muscoli

La pressione costrittiva prolungata su di un muscolo, ad esempio dalla pressione della cinghia di una borsa pesante appesa alla spalla, o da una spallina troppo stretta del reggiseno, che sostiene delle mammelle pesanti e incide sul trapezio superiore. La compressione della giarrettiera compromette il gastrocnemio; Il reggiseno troppo stretto sul torace comprime il grande dorsale; il collo della camicia troppo stretto o una cravatta stretta compromettono lo sternocleidomastoideo: una cintura stretta in vita preme sui muscoli paravertebrali e sugli obliqui e retti addominale. La parte anteriore del sedile della sedia, cosi alta che i piedi non poggiano perfettamente sul pavimento, comprime i muscoli gemelli: la mano dovrebbe scivolare agevolmente sotto la coscia, il che assicura un'ampio spazio tra la coscia e il sedile.

Letto 1989 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti